Alternanza “Mai visti ed Altre storie”

Il progetto è stato strutturato su varie fasi ispirate dall’articolo 9 della Costituzione: «La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione». Pertanto, ha avuto un carattere esplorativo e si pone come obiettivo quello di rendere “fruibile” per 24 ore un patrimonio della città sconosciuto ai più. Gli studenti sono stati coinvolti in un percorso didattico dentro e fuori l’aula, per studiare un bene d’arte del loro territorio poco conosciuto per poi fare da ciceroni, illustrandolo ad altri.

Oltre all’ADIRT ha avuto la collaborazione del FAI (Fondo Ambiente Italiano), dell’Associazione Vespertino di Conversano nella persona di Sergio Chiaffarata e del Comune di Bari. Le attività di formazione sul bene urbano oggetto di studio (Villa Giustiniani) si sono svolte nella biblioteca scolastica o in una qualsiasi aula dotata di postazione multimediale in orario pomeridiano. sono state effettuate delle visite guidate di mezza giornata e delle escursioni sul territorio dell’intera giornata. Gli studenti della 3G, oltre a svolgere l’attività di ciceroni, anche in maniera virtuale (dato che l’ipogeo non è visitabile e praticabile), si sono occupati di un processo di rigenerazione urbana partecipata, per darle nelle 24 ore un aspetto non solo riferito alla riqualificazione fisica, necessaria per rilanciare l’immagine urbana, a livello estetico, ma anche con interventi di natura culturale, sociale, ed ambientale, finalizzati ad un incremento della qualità della vita, nel rispetto dei principi di sostenibilità.

Questa è la lettera di ringraziamento del FAI per la partecipazione al progetto

Precedente Alternanza gestione blog Successivo Alternanza ASL Di Venere-San Paolo

Lascia un commento